San Ginesio Segreta, da 9 anni, si sviluppa intorno all’idea di offrire al pubblico percorsi culturali, paesaggistici e d’arte diversi rispetto agli scenari più noti, ai monumenti e alle storie visibili o già conosciuti. Quest’anno, in particolare, di fronte ai ripetuti eventi sismici che hanno reso inaccessibili palazzi e monumenti, sono ancora più saldi gli intenti e più spiccata la volontà di valorizzare il patrimonio intangibile, quello costituito dai documenti rari conservati negli archivi storici e nelle biblioteche private, così come quello racchiuso nelle immagini delle tele e degli affreschi attualmente non osservabili dal vero.

Venerdì 2 giugno, saranno quattro i punti del borgo medievale in cui i visitatori verranno chiamati ad assistere a brevi lezioni, letture, interpretazioni, circondati dalla natura dei giardini e dei cortili solitamente chiusi. Ambienti aperti si faranno templi simbolici di una ricchezza culturale che permane, indifferente alle difficili contingenze legate al terremoto. Si creeranno nuove “corrispondenze” fra l’uomo e la bellezza piena e viva del paese, al di là delle ferite.

Gli itinerari, che comunque permetteranno la visita “esterna” ai luoghi più rappresentativi di San Ginesio, vedranno svelarsi contrappunti a più voci, che apriranno le porte verso suggestioni in cui arte, letteratura, storia daranno forma a incontri nuovi.

San Ginesio Segreta sarà così anche veicolo di una nuova idea di promozione del territorio, di una narrazione declinata al futuro, verso un turismo ripensato, strutturato diversamente, ma non per questo meno importante, ricco e significativo.

Sabato 3, guide particolari saranno affidate ai Piccoli Ciceroni della scuola primaria "Filippo e Delia Costantini" di Passo San Ginesio, che, in mattinata, condurranno alla scoperta della storia dell'Ospedale dei Pellegrini. Nel pomeriggio, invece, Renato Pasqualetti svelerà i segreti della carboneria sanginesina presentando il suo ultimo libro Carbonari a Macerata (a duecento anni dai moti di Macerata del 1817), affinità elettive 2017, in dialogo con Valentina Polci.

A chiudere San Ginesio Segreta, e a segnare il passaggio alla settimana dedicata alle feste del Crocifisso e alla rievocazione storica del Ritorno degli esuli, a cui parteciperà una delegazione della Municipalità del Palio di Siena, sarà il concerto del coro Gospel’s Brothers di Valmadrera (sabato 3, ore 21.15, salone dell’Ostello comunale), a cura dell’Associazione musicale Selìfa.

 

 

ANGOLI DI SANGINESIO SEGRETA

 

1- LUOGO: Complesso monumentale dei SS. Tommaso e Barnaba

NARRAZIONE: Sanginesio nel Picenum o nella Marca di Ancona? Il prima e il dopo Lepanto (7 ottobre 1571), a cura di Pepe Ragoni

OPERA D'ARTE: Mercurio Rusiolo, Battaglia di Lepanto, 1609 - Chiesa Collegiata

ORARI: ore 10.30, 16.15 e 18.30

 

2- LUOGO: Giardino di palazzo Olivieri

NARRAZIONE: I terremoti storici del '700 nell'Archivio storico Onofri-Olivieri, a cura di Nicoletta Olivieri

OPERA D'ARTE: Matrimonio mistico di Santa Caterina d'Alessandria, attribuito a Rodolfo di Domenico Ghirlandaio - Pinacoteca antica "Scipione Gentili"

ORARI: ore 11.15, 15 e 17

 

3- LUOGO: Giardino "Giulietta Masina" - Unione montana dei Monti Azzurri

NARRAZIONE: Alfonso e Patrizia, identità istrioniche. I versi di Alfonso Leopardi, a cura di Patrizia Baldoni

OPERA D'ARTE: Guglielmo Ciarlantini, Affreschi - Foyer del Teatro "G. Leopardi"

ORARI: ore 12.30, 15.45 e 17.45

 

4- LUOGO: Complesso monumentale dei SS. Tommaso e Barnaba

NARRAZIONE: La carboneria a San Ginesio. Presentazione del libro Carbonari a Macerata (a duecento anni dai moti di Macerata del 1817) di Renato Pasqualetti, a cura di Valentina Polci

ORARI: sabato ore 17.30

 

VISITE GUIDATE

VENERDÌ e SABATO PERCORSI GUIDATI PER GRUPPI dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 19

SABATO 3 I PICCOLI CICERONI DELLA SCUOLA PRIMARIA "Filippo e Delia Costantini" di Passo San Ginesio condurranno alla scoperta della storia dell'Ospedale dei Pellegrini alle 10.30 e alle 12.30

 

GASTRONOMIA

Al punto Info di piazza A. Gentili sarà possibile acquistare buoni pasto, da 15 euro ciascuno, da utilizzare nei ristoranti convenzionati che offriranno menu tipici della tradizione

La Cantinella - pappardelle al sugo di papera, arista arrosto, patate, insalata, vino, acqua, caffè.

Paracallà – lasagne rosse, grigliata mista, patate, insalata, vino, acqua, caffè.

In piazza Holland si potrà invece degustare una cucina a base di pesce – tagliatelle alla marinara, frittura di calamari, patate fritte

Nel pomeriggio frittelle dell’Alvaneto

 

INFO E PRENOTAZIONI (non obbligatorie): www.tradizionisanginesine.it; Fb: Associazione tradizioni sanginesine; atsanginesine@gmail.com; 3385801105.

Prima dei percorsi guidati sarà necessario ritirare il badge di Sanginesio Segreta al Punto Info in piazza A. Gentili